24 aprile 2012

Libri o giocattoli? Un salto alla Fiera dei Librai a Bergamo

Il titolo non è da fraintendere. Il mio non è un dubbio sul genere d'acquisto: compro un libro o meglio un gioco, se per esempio devo fare un regalo a un bambino?
No, il mio dubbio sorge ogni volta che vado in libreria con Bianca e Luigi. I reparti libri dedicati ai bambini pullulano di una quantità progressivamente sempre più nutrita di libri che libri non sono, perché in realtà sono accessoriati per essere dei giocattoli, o nel migliore dei casi dei tutorial: tastiere che suonano, pulsantiere per fare rumori a seconda della figura che compare sulla pagina, biro per schiacciare pulsanti elettrici, macchinine a molla che percorrono piste su pagine cartonate, colle per vetrofanie, mascherine per stencil, perline per fare gioielli, adesivi da incollare su scenari vuoti, mattoncini di Lego...
Condivido l'indicazione di non proporre ai bambini sotto l'anno libri di carta. Per affezionarsi all'oggetto hanno bisogno di libri-gioco, che si possano anche lavare visto che più che sfogliare probabilmente tenteranno di masticarne le pagine. Bellissimi i libri in stoffa, morbidi e colorati, che si prestano a diverse esperienze tattili, che fanno rumore se stropicciati... ma che poco hanno a che vedere con l'elenco che ho fatto sopra. Nel quale compaiono articoli che sono adatti a bambini dai 4 anni in su e che sfruttano il formato libro per vendere altro.
Questo sfogo perché ieri sera siamo andati a fare un giro a Il Salone dei Librai di Bergamo. Nonostante i librai che organizzano l'evento siano pregevoli e di nicchia, l'allestimento dell'area bambini è scivolata nella proposta di numerosi (troppi) libri/giocattoli. L'area in realtà è allestita bene, c'è anche un bell'angolo dove si organizzano laboratori creativi e didattici. Per esempio, Luigi ha avuto modo di vedere come si costruisce una Bat Box di legno, ovvero una casetta per i pipistrelli (iniziativa organizzata dal Parco delle Orobie Bergamasche), e di portarsela a casa. Ma allora perché, visto il buon livello di librai e laboratori, non fare una proposta di letture per l'infanzia un po' più selezionata, evitando tutti quegli scaffali di libri/giocattolo?

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...