9 febbraio 2011

Compleanno alla Monticello Spa

Oggi per festeggiare il compleanno di Cesare abbiamo trascorso il pomeriggio alla Monticello Spa (a Monticello Brianza, Lc). Non mi ha entusiasmato la zona Calore&Tepore, con le classiche saune, hammam, bagno turco, doccia fredda e una stanza dei sogni/dormitorio sui cui teleschermi girano immagini di paradisi terrestri al suono di musichette new age (!).

Valgono invece la visita le quattro piscine. Tre sono interne, a tre diverse temperature, con angoli idromassaggio e fontane. L'accesso alla quarta vasca è sempre all'interno, ma passando sotto una tenda di plastica trasparente si esce all'esterno. La piscina contiene acqua salata, movimentata ad arte negli angoli idromassaggio e nel "vortice" centrale, dove - con l'aiuto dei galleggianti - vieni cullato in circolo. Bello il tutto, anche per il verde panorama collinare, che si può ammirare stando sdraiati sui lettini delle zone relax o galleggiando nella piscina esterna. La bella giornata di oggi, quasi pre-primaverile, ci ha consentito di sostare a lungo all'aria aperta, cullati nel tepore dell'acqua.

La struttura è nuova, e per quanto aperta al grande pubblico, riesce a mantenere un'aria lussuosa ed esclusiva (forse anche per via del costo d'ingresso: 30 euro per 3 ore! esclusi ovviamente eventuali massaggi e trattamenti).

7 febbraio 2011

Addio vecchio asilo addio!

Lo ammetto, quando giovedì scorso ho visto i primi camion dei traslochi parcheggiati davanti all'asilo mi è salito il groppo in gola. Vederlo quasi vuoto venerdì è stato triste e accompagnare questa mattina i bambini nella nuova struttura mi ha messo un po' di disagio addosso.
Alla fine il cartello Affittasi non era uno specchietto per le allodole, bensì una comunicazione di sfratto bello e buono, che nel giro di poche settimane, a cavallo delle vacanze natalizie, è diventato operativo. E così, dopo esattamente tre anni (ecco il post in cui parlavo dell'inserimento di Luigi al nido), forse un po' troppo velocemente per poterlo realizzare, eccoci in un nuovo asilo.

Non so bene chi impiegherà di più a inserirsi, se Bianca o Luigi o... la sottoscritta. Del resto la villa liberty che ospitava da circa quarant'anni la scuola Alice, per quanto fatiscente e fuori norma, per me era un posto suggestivo, romantico e quanto di più adatto a rimanere nei primi ricordi di un bambino. E il giardino sul retro della villa era insuperabile, nonostante gli assalti di zanzare d'estate e i laghi d'acqua in autunno.
Quanto al nuovo asilo non che ci si possa lamentare, ma oggi mi sento troppo nostalgica e voglio solo salutare quello vecchio :-)


3 febbraio 2011

Gli album per disegnare di Ed Emberley


Gli album per imparare a disegnare di Ed Emberley, illustratore americano per bambini, sono stati pubblicati per lo più tra gli anni Sessanta e Ottanta e sono dedicati ai bambini che iniziano a destreggiarsi con pastelli e matite (quindi credo dai 4 anni). Oggi vengono rispolverati proprio da quei genitori che li hanno utilizzati negli anni della loro infanzia. e che, un po' nostalgici, desiderano che anche i propri figli si divertano con i disegni geometrici di Ed Emberly.
Si comprano su Amazon.it (non tradotti), ma vale la pena di guardare anche lo shop a lui dedicato sul sito internazionale.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...