10 novembre 2008

Ispettorato del lavoro

Lunedì scorso sono andata a firmare il mio part time di sei mesi all'Ispettorato del lavoro di Milano, in via Macchi. La procedura è d'obbligo: l'uffico vuole accertarsi che il lavoratore accetti di buon grado una riduzione dell'orario lavorativo, senza che la cosa sia imposta dal datore di lavoro (ovviamente questo non era il mio caso).

Siamo arrivate circa in quindici, eravamo tutte donne, in sala d'attesa con il nostro numerino in mano. Allo sportello due impiegate, con l'aria un po' protettiva e un po' inquisitoria, che indagavano: chi ha chiesto il part time, perché è stato chiesto, per quanto tempo...

Eravamo tutte un po' preoccupate per la pignoleria delle due su timbri e date, ma quelle che se la sono vista peggio sono state tre lavoratrici accompagnate dalla datrice di lavoro. L'impiegata più agguerrita ha subito allontanato "la capa" e ha interrogato le altre tre.

"Chi ha chiesto il part time?" Risposta "La capa".
"Perché?" Risposta "Perché l'azienda è in crisi".
"Per quanto tempo è stato richiesti il part time?" Risposta: "No limits".
Su questo dettaglio è scattata la polemica: giustamente l'impiegata consigliava di indicare la scadenza del part time, perché se l'azienda si risollevasse si avrebbe la certezza di tornare a lavorare a tempo pieno, diversamente no.

A questo punto è intervenuta "la capa". Non aveva certo l'aria dell'aguzzina, anzi, era molto agitata e le tre lavoratrici erano chiaramente in apprensione. Lei spiegava alla solerte ispettora che se le sue dipendenti non avessero firmato il part time, lei avrebbe chiuso l'attività.

E' finita che capa e lavoratrici si sono ritirate in consulto telefonico con un commercialista-consulente. Non ho visto come poi si è conclusa la storia, era il mio turno e tutto per fortuna è filato come l'olio ("Chi ha chiesto il part time", risposta "Io!")

Conclusioni:
- prima di andare all'Ispettorato bisogna verificare che firme, date di inzio/fine part time e timbri dell'azienda siano in ordine
- all'uffico del lavoro a chiedere il part time ci vanno soprattutto le donne
- alcune lavoratrici combattono per avere il part time, anche solo per sei mesi
- altre lo accettano perché lo chiede il datore di lavoro
- io per sei mesi sarò più serena.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...