11 dicembre 2007

Odissea

Se Ulisse avesse fatto l'Odissea su un treno FS Penolepe alla fine avrebbe sposato uno dei proci.

Questa mattina il viaggio verso Milano è stato un incubo: ho raggiunto di corsa la stazione senza poter fare colazione. Dopo la corsa estenuante scopro che il treno arriverà in ritardo, ma non abbastanza però per andare in un bar. Medito se prendere il treno che fa il tour panoramico sull'Adda prima di arrivare a Milano (passando sul pittoresco ponte di Calusco, sopra l'Adda), ma valuto che un'ora e venti di viaggio la mattina è davvero troppo. In ogni caso anche quello è in ritardo...

I sottopassaggi sono bui, la gente si riversa dai binari e mi travolge. Ma io combatto e salgo al binario 5. Qui l'attesa si fa lunga: ma i tir in sciopero hanno occupato anche i binari?

Alla fine il treno arriva, ce la facciamo a salire e ad arrivare a Lambrate: qui altra corsa e prendo al volo un treno (in ritardo) per Garibaldi, ancora una volta sfidando il muro umano della gente in discesa dalla scale del binario.
Alla fine arrivo in uffico, neanche troppo tardi, ma davvero demoralizzata, senza sapere neanche più con chi prendermela. Mi sono ufficialmente dimissionata dal CPB... del resto l'impressione è che tutto l'impegno e il tempo profuso abbia portato a ben poco... Neanche uno astuto come Ulisse ce l'avrebbe potuta fare.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...