15 dicembre 2007

Anolini Day


E' stata una giornata di intenso lavoro.
Mia madre, presa da panico prenatalizio, ha deciso che proprio oggi era il giorno per preparare gli anolini (per chi non ha origini piacentine: si tratta dei cappelletti da cuocere in brodo il giorno di Natale). Il problema è che di anno in anno la squadra addeta ai lavori si assottiglia, causa defezioni di fratello e sorella, che arrivano a Bergamo pochi giorni prima del 25 Dicembre. Così siamo rimaste in due, io e mia madre.

Incurante del fatto che ho ripreso a lavorare e che ho un figlio a carico (del resto l'anno scorso neanche il mio avanzato stato di gravidanza l'aveva impietosita) questa mattina all'alba è arrivata in auto a prelevare me e Luigi sotto casa, sfidando la prima nevicata dell'inverno.

Per fortuna la sera prima aveva già preparato il ripieno di carne e la pasta all'uovo, quindi alle nove e mezza in punto abbiamo cominciato: io tiravo chilometri di pasta con l'Imperia (ovviamente quella a manovella, se avesse il motore non sarebbe un vero Natale), lei posizionava il ripieno, io piegavo, lei tagliava e riponeva gli anolini sui vassoi. A un certo punto ci siamo alternate, perché rimpastare i ritagli di pasta stava diventando peggio che fare la macchina dei bicipiti in palestra.
Mi ha concesso una pausa a mezzogiorno (dovevo pur dar da mangiare a Luigi!) e poi di nuovo via, rifai anche la pasta, che era finita e c'era ancora un quarto di marmitta di ripieno.
Alla fine ero distutta, lo sono tutt'ora. Appena tornano, mi saprò vendicare dei miei fratelli.

Per chi si volesse cimentare nell'impresa:
Pasta: 7 etti di farina, 5 uova, c. 2 tazzine da caffé di acqua calda. Fai la fontana con la farina e nel buco metti uova e un po' d'acqua (non tutta, vedi poi se serve). Impasta a lungo con le mani come se volessi "impacchettare" la palla di pasta

Stracotto: 1/2 chilo di manzo o polpa magra, 2 etti di lonza di maiale magra. Fai il soffritto con cipolla, sedano, carota e aglio, aggiungi la carne e fai rosolare. Poi aggiungi acqua fino a coprire la carne e fai cuocere per 3 ore.

Ripieno: stracotto, 1 cassetto di grana grattugiato, 1 cassetto di pane grattato, 3 uova intere, noce moscata. Trita con la mezzaluna la carne ben sgrassata; mischia con pane grattato e una grattata di noce moscata. Bagna con il sugo dello starcotto fino a che non ottine la consistenza giusta (devi poter fare delle palline che stiano insieme).

Per fare gli anolini: stendi la pasta, disponi il ripieno a pallini, piega la striscia a metà e taglia con l'apposito stampino.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...