19 settembre 2007

Il mio nome è rosso

"... all'improvviso, tutto il mondo mi sembrò un palazzo con innumerevoli stanze che si aprivano l'una sull'altra. Riuscivamo a passare da una stanza all'altra solo ricordando e immaginando, ma la maggior parte di noi lo faceva molto poco e rimaneva sempre ad aspettare nella stessa stanza" (da Il mio nome è rosso di Orhan Pamuk)
Finalmente ieri sera ho finito di leggere questo libro: un'impresa, non è una lettura che scorre facile, soprattutto nei primi sei mesi di maternità, quando ogni sforzo di concentrazione riesce ciclopico. Però ne è valsa la pena, lo consiglio a chi ha voglia di leggere un Libro. C'è tutto: stile, intreccio, Storia, arte, amore, suspance... Ti viene voglia di conoscere meglio la Turchia, la sua storia e la sua cultura; e soprattutto di trovare la biblioteca più vicina per ammirare le miniature di Behzat e della scuola di Herat.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...