12 agosto 2007

Un po' di cultura

Otto Artisti Sorabi della Lusazia. Come rinunciare a una mostra con un titolo così intrigante? Il piccolo Luigi dovrà pure iniziare a farsi una cultura!
E visto che ci troviamo in Val di Sole, con base a Malé, abbiamo sfruttato l'offerta culturale locale, iniziando proprio dai Sorabi. In realtà abbiamo colto l'occasione per visitare il castello di Caldes (che ospita la mostra), un vecchio edificio squadrato che risale al 1200, poi modificato nei secoli successivi. La custode ci ha riferito che la famiglia che viveva nella cappella sconsacrata del castello è sloggiata, mentre solo due dei piani della struttura sono stati recuperati e resi accesibili al pubblico.
Più degli artisti sorabi ci ha interessato la visita al museo della Civiltà Solandra di Malé: si tratta di una vasta raccolta di attrezzi, utensili, mobili e suppellettili utilizzati nei due secoli passati dai locali per il lavoro e la vita domestica.
La materia prima è sempre il legno, cosa che non può che entusiasmare Cesare. Suo padre gli ha lasciato in eredità non pochi esemplari di quegli stessi oggetti che oggi abbiamo visto nel museo e così ho scoperto anche a cosa servono. E dire che da qualche anno li teniamo in casa a mo' di soprammobili... ora li spolvererò con più entusiasmo :-)
p.s.: nela foto un pettine per cardare il lino, e chi lo avrebbe mai detto?

2 commenti:

PippaW ha detto...

Ma che mostra accattivante! Il piccolo Luigi si è fatto un regale sonno ristoratore? :-D

littleelo ha detto...

come vedi dalla foto, anche lui rideva sotto i baffi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...