16 agosto 2007

Nordic Walking

La Val di Sole e il Parco Nazionale dello Stelvio quest'estate si sono organizzati alla grande.
Oltre che da eventi e manifestazioni, boschi e montagne sono stati tapezzati con le segnovie per il Nordic Walking, che in parole povere significa camminare con i bastoncini da alpinismo alla mano.
Lo sforzo perché il Nordic Walking sembri una novità è però meritevole. Cartelloni che lungo i sentieri spiegano come impostare durante la camminata gambe, spalle, impugnatura e sguardo (!). Cartine e mappe che illustrano i percorsi suddivisi per grado di difficoltà. E segnovie ovunque, che impedirebbero anche a chi è totalmente privo di senso dell'orientamento di perdersi.
Noi abbiamo sperimentato il percorso ad anello (livello 1) che parte dal Belvedere di Folgarida: una strada in mezzo al bosco, praticamente senza dislivelli eccetto un imprevisto strappo finale. Per superare l'impervio sentiero, tra sassi e radici, io ho caricato Luigi nel marsupio e mi sono inerpicata, mentre Cesare si destreggiava con il passeggino per riportarlo al punto di partenza. Insomma, un brivido d'avventura in alta quota :-)

La gita si è comunque conclusa nel migliore dei modi. Senza rendercene conto ci siamo imbucati nella comitiva dell'hotel Dimaro, in trasferta pranzo in una graziosa baita nel bosco. Attirati dal profumo di salsicce alla griglia e dalla polenta cucinata sul fuoco a legna, ci siamo accomodati a uno dei tavoli già apparecchiati. Non ci è stato negato nulla (ovvero, ci siamo pappati tutto quello che ci hanno messo nel piatto).
Solo quando ci hanno chiesto se eravamo nuovi della combricola abbiamo realizzato di essere abusivi, ma a quel punto la pancia era belle che piena. Evviva la montagna!

1 commento:

Franco ha detto...

Scroccona! :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...