18 luglio 2007

La giunta

All'inizio mi è venuto da pensare: l'ho spuntata, ecco finalmente la mitica giunta di latte artificiale con cui nutrire Luigi quando la fabbrica del latte è zoppicante. Mi sono sentita anche un po' subdola: infatti ho chiamato lo studio della pediatra che sapevo in vacanza per tutto il mese e ho parlato con la Sostituta.
Per lei non ci sono dubbi: il piccolo ha fame, per questo la notte si sveglia! Dunque, è necessario dare una giunta di latte in polvere agli ultimi due pasti della giornata. Quanto al problema dell'allergia ai latticini, si ovvia con un latte speciale che - mi anticipa - è pessimo nel sapore e molto costoso, ma che sarà ben tollerato dal pancino di Luigi.
Detto fatto, mi sono procurata il latte in questione, poppatoi, tettarelle e sterilizzatori senza badare a spese, perché la causa ovviamente lo merita.
E poi? Delusione. Luigi si rifiuta in modo categorico di succhiare le tettarelle in silicone, piange quando a forza gli faccio gocciolare il latte in bocca e al massimo gioca con il biberon. Dopo tre giorni di tentativi il miglior risultato ottenuto sono stati i 25 grammi assunti in mezzora questo pomeriggio. Che fare? Posso solo sperare che la sua fame si plachi con il caldo...

2 commenti:

Justine ha detto...

hai provato a mettere dello zucchero sulle tettarelle? sennò puoi provare a chiedere qualche info ad altre mamme in forum ad hoc. magari hanno avuto il tuo stesso problema. In bocca al lupo povero piccolino affamato!!

littleelo ha detto...

questa sera ho provato con il cucchiaino: funziona! certo, la seduta pasto diventa infinita...
Quanto allo zucchero sulla tettarella, credo che se la mia pediatra-guru sentisse una cosa del genere potrebbe svenire!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...