31 maggio 2007

Punto croce, ci riprovo


L'ultima fatica da "mani di fata" intrapresa prima di partorire è stato un ricamo a punto croce per un lenzuolino da culla. La scelta del soggetto, tre minuscoli ciclisti, doveva gratificare il futuro papà (appassionato delle due ruote) e piaceva molto alla futura mamma per la sua aria un po' démodé (il libretto da cui ho ripreso lo schema risale al secolo scorso e apparteneva alla sorella di una mia zia...)
Il giorno dopo aver impostato il lavoro con tanto di canovaccio e griglia applicati sul bordo del lenzuolo, mi sono trovata in ospedale con in braccio il piccolo Luigi. Ora sto tentando di riprendere in mano il tutto e di terminare il ricamo al più presto. I ritmi di crescita di Luigi mi fanno sospettare infatti che a breve dovremo abbandonare culla e carrozzina, in favore di lettino e passeggino e quindi... addio ciclisti démodé!

2 commenti:

Justine ha detto...

Trovata!!! Un bacione e buon punto corce, io non ci sono mai riuscita, la maglia e l'uncinetto mi danno più soddisfazioni ;-) Baciooooooo

littleelo ha detto...

In effetti l'opera non decolla...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...