11 gennaio 2007

Passeggino Tunnel

Ci siamo, sto per entrare nel tunnel "scelta del passeggino", nonché carrozzina, nonché guscio, nonché...
Primo punto: scoprire che ci sono delle leggi da rispettare in materia di trasporto. Ma in fin dei conti questa è la parte più facile.
Secondo punto: capire cosa vuoi fare con una carrozzina/passeggino. Fare shopping, trekking, portarlo in giro in auto...? A seconda dell'attività, cambiano radicalmente i modelli: un tre ruote è scomodo se l'unica cosa che farai nei prossimi mesi sarà entrare e uscire dai negozi (le ruote posteriori difficilmente passano attraverso le casse del supermercato e le porte di panettieri e fruttivendoli): per queste attività è meglio optare per i classici ripiegabili, leggeri e a quattro ruote. Al contrario, se l'intenzione è di non fermarsi in caso di neve, sabbia e sassi il tre ruote è l'ideale.
Se poi l'esigenza è trasportare il bebè soprattutto in auto, posso dire con quasi certezza che la soluzione "trio" (ruote + passeggino/culla + guscio auto) è la più funzionale: stacchi un guscio dalla macchina e lo riattacchi a delle ruote, senza scomodarlo. Il trio è comodo anche per chi vive in case senza ascensore.
Terzo punto, non sembra ma conta: quanto trendy vuoi essere quando sei in giro con il tuo passeggino? A seconda anche dell'intensità dell'invidia che intendi suscitare sceglierai in base alle marche:
- chic costoso: Aprica quello con il negozio in via Montenapoleone, Bogaboo (lo usa Gwyneth Paltrow e a Londra va per la maggiore, ma tutto colorato e disegnato), Stokke;
- sportivo glamour: Quinny (più di moda qualche anno fa), Foppapedretti Tachnology;
- classico di buon gusto: Inglesina, Peg Pérego, Chicco;
- onesto decoroso: Brevi, Cam.
Questo il livello di conoscenza a cui sono giunta dopo circa un mese di indagini e attente osservazioni di amiche e passanti. La scelta è ancora da fare!

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...